RISONANZA MAGNETICA CARDIACA

E’ un esame sempre più frequentemente richiesto dai cardiologi per meglio definire il quadro clinico o ecocardiografico di una possibile patologia. Normalmente l’esame di RM cardiaca viene richiesto alla fine di un percorso diagnostico che comprende la visita cardiologica, la esecuzione di un ecg, eventualmente di un Holter 24/ore e, soprattutto, un ecocardiogramma. Talvolta viene richiesto dopo la esecuzione di una prova da sforzo e/o di una scintigrafia miocardica.
Per prenotare un esame Cardio RM è necessario che il Cardiologo espliciti qual è il sospetto clinico, perché ogni esame RM, per ogni singola patologia, ha delle peculiarità diagnostiche che devono essere chiarite prima della prenotazione. Il 90% degli esami vengono eseguiti con somministrazione di contrasto per via endovenosa.

La prenotazione viene effettuata previo colloquio telefonico col Dr. Paolo DI RENZI al numero
06-6837914 (il giovedì pomeriggio dalle 14 alle 19).

Al momento del colloquio telefonico il paziente, o chi ne fa le veci, deve essere in grado di fornire l’esito degli esami precedentemente eseguiti (visita, ecg, holter, prova da sforzo e, soprattutto, ecocardiogramma e SOSPETTO CLINICO DI INVIO).

L’esame NON è eseguibile nei portatori di Pace-Maker cardiaco, di Impianti cocleari ed in caso di extrasistolia persistente o fibrillazione atriale. Ogni corpo metallico all’interno del corpo del paziente deve essere segnalato al momento del colloquio telefonico.

TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA DEL CUORE (CORONARO-TC)
E’ un esame diagnostico per lo studio del cuore e, in particolare per lo studio delle coronarie, che viene frequentemente richiesto nel paziente con sospetta o accertata cardiopatia ischemica.
Talvolta l’esame viene richiesto in alternativa allo studio RM del cuore per l’impossibilità ad eseguire quel tipo di esame (l’esempio più tipico è il paziente con Pace-maker che non può eseguire lo studio RM).
L’esame, pur se non invasivo (si posizione un ago a livello del braccio e attaverso l’ago si somministra mezzo di contrasto organo-iodato), espone il paziente ad una esposizione di raggi X non trascurabile, dato questo, particolarmente importante per i giovani e per il sesso femminile.
L’esame è tanto più valido quanto più bassa è la probabilità di malattia coronarica. La coronaro-TC ha infatti un valore predittivo negativo prossimo al 100% (se la TC è negativa, il paziente può stare sicuro che i suoi sintomi non dipendono dalle coronarie). Diverso è il caso del paziente che presenti uno o più fattori di rischio cardiovascolare (ipertensione, dislipidemie, diabete, storia familiare di infarto miocardico o ictus cerebrale) o che sia molto in là con l’età. In questo caso lo studio deve essere valutato caso per caso previo colloquio diretto col Dr. Paolo DI RENZI venendo di persona il giovedì pomeriggio dalle 14 alle 19 (o il paziente o un suo parente con tutta la documentazione precedentemente acquisita). Nel corso del colloquio verranno rivalutati tutti gli esami che il paziente ha eseguito, si sottolineeranno gli aspetti favorevole e sfavorevoli della Coro-TC, i limiti, le indicazioni, le controindicazioni e le eventuali alternative diagnostiche, tutto questo al fine di meglio rendere partecipe il paziente di quanto gli è stato proposto.